I Padrieterni18/01/2021

Il meglio di

Mauro Benedetti: "La pappa pronta non è la felicità dei figli"

Ospite de  "I Padrieterni"  di Federico Taddia Matteo Bussola, lo psicologo psicoterapeuta di formazione psicoanalitica Mauro Benedetti spiega l'equivoco della felicità nel rapporto fra padri e figli: «Questo è uno degli equivoci intorno alla felicità, che potremmo definire semplicemente come uno stato d'animo piacevole, che è conseguente alla soddisfazione dei propri bisogni: quando uno si sente in pace. Però poi l'animo umano non è così semplice nella sua interiorità. Prendiamo la frase con cui terminano le favole e che è sottintesa in molti dei film a lieto fine: e vissero per sempre felici e contenti. Se io provassi a dire "vissero quasi sempre felici e contenti", avvertiremmo subito che la seconda frase non ci piace molto. A mio avviso uno degli equivoci intorno alla parola "felicità" è questo "per sempre", cioè la ricerca di uno stato di benessere per sempre. E questo nel rapporto genitori figli è un peso importantissimo: nella vita non c'è questo per sempre. Il genitore che invece vuole dare al figlio il massimo del benessere o togliere ogni asperità della vita, quando si dice "preparare la pappa pronta", non sta aiutando il figlio ad essere felice. Creerà invece una frustrazione continua, perché lo educherà a uno stile che nella vita non è realizzabile. Siamo in un'epoca che possiamo definire narcisistica, la cui caratteristica è quella di non avere limiti, di confondere i ruoli: il genitore che vuole realizzare i propri desideri narcisistici di successo e affermazione attraverso il figlio che diventa un proprio prolungamento».

Da non perdere

Noi per voi