I Padrieterni15/06/2020

Il meglio di

Franco Brera: "Con mio padre Gianni Brera ci era vietato parlare di calcio"

Franco Brera, figlio del grande Gianni Brera, racconta la figura di suo padre ai microfoni de  I Padrieterni  di Federico Taddia e Matteo Bussola: "Non percepivo l enormità che poi si è rivelata Gianni Brera. E anche come papà era molto molto assente. Lui aveva scelto di dedicarsi alla carriera per far stare meglio anche noi. Quindi una scelta di battuta, al giorno d oggi non sapremmo se avvallarla o meno, ma in ogni caso lui faceva tutto quello che faceva per la famiglia, alla fine. Lui è stato in Francia a fare il corrispondente per un anno, ha fatto il corrispondente negli Stati Uniti e c'è stato sei, sette mesi circa e io non mi sono accorto della differenza, nel senso che era talmente lontano e impegnato in cose importantissime. Faceva un po' come i padri Longobardi: si arriva alla mensa del padre con la maggiore età. Per noi figli era assolutamente proibito parlare di calcio con mio padre, salvo con serie motivazioni. Io gli ho parlato di calcio una volta sola, chiedendogli qualche delucidazione sul suo atteggiamento verso Maradona, che secondo me gli piaceva tanto, in quanto povero e figlio di poveri, che è arrivato a un successo planetario. Gli piaceva tanto. Ed ecco, non voleva proprio che si parlasse di calcio. Gli amici venivano messi in guardia, perché potevano ricevere risposte taglienti su questo versante, diciamo così.

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi