Sfogliando Olympia03/05/2020

Zico, ovvero quando il Galinho infiammò il Friuli

Insieme a Platini e Maradona, è stato uno dei tre più forti giocatori di calcio degli Anni Ottanta...

  • 0

Insieme a Platini e Maradona, è stato uno dei tre più forti giocatori di calcio degli Anni Ottanta, nel cuore di ogni appassionato brasiliano come solo Pelé e Garrincha. E per un paio di stagioni sorprendenti, seppur troppo brevi, portò il suo talento a illuminare Udine e quel Friuli che anche grazie al suo arrivo ritrovò orgoglio e sorriso dopo il devastante terremoto del 1976. Oggi a Olympia riviviamo la parabola di Arthur Antunes Coimbra, in arte Zico (o il Galinho, 'il galletto', come viene ancora oggi soprannominato), l'assso brasiliano che per due anni, dal 1983 al 1985, giocò nell'Udinese, in in quell'Italia che pure gli aveva regalato la più cocente amarezza di una carriera piena di trionfi: la clamorosa eliminazione per mano degli azzurri di Enzo Bearzot ai Mondiali di Spagna 1982, col celebre 3 a 2 firmato dalla tripletta di Paolo Rossi il 5 luglio allo stadio Sarrià di Barcellona.
Ospiti di Dario Ricci questa domenica Claudio Gentile, campione del mondo 1982 che marcò co nell'epica sfida del Sarrià, ed Enzo Palladini, iornalista e saggista autore del volume "O Zico o Austria" (Edizioni
inContropiede); con le testimonianze di Franco Causio, Massimo Mauro e
dello stesso Zico La recensione di "O Zico o Austria" (Edizioni inContropiede) pubblicata su www.ilsole24ore.com

La regia della puntata è a cura di Andrea Roccabella
olympia@radio24.it

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi