Sfogliando Olympia23/11/2018

Il profeta del golf: Francesco "Chicco" Molinari

  • 0

Ha fatto proprio come la sua Inter nel 2010: un Triplete in piena regola quello messo a segno da Francesco Molinari, il 36enne golfista torinese che è diventato il profeta del golf italiano nel mondo, dopo un'annata da record: lo storico successo nel British Open, la straordinaria performance nella Ryder Cup, con 5 vittorie in altrettanti duelli con i campioni statunitensi, e infine la vittoria nella speciale classifica che lo ha consacrato come miglior golfista europeo del 2018. Stagione da favola, come ha confermato lo stesso Chicco, come tutti lo chiamano, ormai, affettuosamente, vista la familiarità che ormai abbiamo con questo campione.
Proprio a 'Chicco' Molinari è dedicata la puntata odierna di Olympia, per provare a capire i segreti di questo atleta, ma anche immaginare il suo futuro agonistico, tra voglia di riconfermarsi al vertice e la necessità di gestire una popolarità e una pressione mediatica inattese.
"Il segreto del suo successo? L'umiltà - risponde sicuro Franco Chimenti, presidente della Federgolf e vicepresidente vicario del Coni - . Francesco ha la sua forza proprio nella sua normalità, e se devo dargli un consiglio è quello di non cambiare, di rimanere se stesso. Quanto ha fato quest'anno è eccezionale, un'impresa senza paragoni, ma ha tutte le carte in regola per confermarsi e diventare per il golf italiano quello che è stato Tomba per lo sci: un esempio e un trascinatore".


"Resettare e costruire un percorso verso nuovi obiettivi. Questa è la strada che Molinari potrà seguire per riconfermarsi al vertice - sottolinea Stefano Tirelli, docente di Tecniche Complementari Sportive alla Cattolica di Milano e mental coach -. Il campione riesce a vivere sempre il momento presente, non dimenticando, ma quasi archiviando ciò che è stato e senza farsi condizionare da ciò che sarà, ma costruendo passo dopo passo i propri successi. Molinari ha tutte le doti per potersi incamminare lungo questo sentiero virtuoso e vincente".


olympia@radio24.it


La regia della puntata è a cura di Paolo Corleoni

Da non perdere

Noi per voi