Olympia 31/05/2019

L'altra metà del football: verso la Coppa del Mondo donne di Francia 2019

  • 0

Una grande festa, con in palio il trofeo più ambito, la Coppa del Mondo. Sì la Coppa del Mondo di calcio, ma non quella maschile disputata lo scorso anno in Russia, e senza gli azzurri in campo. Ma il Mondiale di calcio femminile, che scatta in Francia il 7 giugno. E stavolta l'Italia ci sarà, eccome, con le azzurre che ritornano a disputare la fase finale di un Mondiale dopo ben 20 anni d'assenza. Occasione preziosa, quindi, per tornare a vivere un'estate tifando l'Italia del pallone, ma anche per fare il punto sulla crescita dell'altra metà del calcio, quella in rosa, che rappresenta il presente e il futuro del pianeta-football.
Cammino difficile per le azzurre, che nel gruppo C dovranno vedersela con Australia, Giamaica e Brasile. "Ma poteva andar peggio - sottolinea Gaia Brunelli, voce e volto del calcio femminile per SkySport - perché se è vero che le australiane sono la sesta squadra del ranking mondiale, giamaicane e brasiliane potrebbero concedere qualcosa sotto il profilo tattico: insomma, con un pari contro l'Australia all'esordio (domenica 9 giugno a Valenciennes, alle 13, n.d.r.), sograre il passaggio del turno non sarebbe impossibile...".


Calcio, quello femminile, che sta definendo sempre meglio la propria identità, facendosi largo tra pregiudizi e difficoltà. "Importante evitare l'errore di voler per forza somigliare al football maschile - sottolinea Stefano Tirelli, docente di Tecniche Complementari sportive all'università Cattolica di Milano e mental coach dei campioni -; il football in rosa ha la sua specificità, e deve esaltarla, integrandola col calcio al maschile, e anzi cercando di portare uno spirito di novità e dinamismo proprio nel calcio al maschile".


La regia della puntata è a cura di Valeria Bernardi

olympia@radio24.it

Da non perdere

Noi per voi