Olympia 07/06/2019

Dall'Islanda a Madrid, viaggio alla ricerca del senso del calcio

  • 0

Dalla gelida Islanda alla torrida Madrid, questa settimana Olympia ci guida in un viaggio alla ricerca del senso del calcio. Poca cosa, sarebbero il football, e lo sport in generale, infatti, se il loro significato si fermasse al pur decisivo risultato agonistico. ce lo ricordano due iniziative che abbiamo già presentato nelle scorse settimane, e che in questi giorni hanno trovato - stato trovando - il loro compimento.
Dopo la prima tappa del progetto, svoltasi alle Isole Svalbard, Stefano Tirelli porta "Sport for Nature", in Islanda, alla scoperta dei fragili ecosistemi ambientali dell'isola dei ghiacci e dei vulcani; equilibri precari minacciati ora dal riscaldamento globale. Ad affiancare in questa seconda spedizione del progetto il giornalista di Skysport Massimiliano Nebuloni. Obiettivo: creare un legame diretto tra i campioni dello sport (tra quelli che hanno aderito a "Sport for Nature", il ct della Nazionale Roberto Mancini, Alex Del Piero, Andrea Ranocchia, Mattia De Sceglio) e le istituzioni locali, direttamente impegnate a sviluppare il rapporto tra sport, cultura e rispetto ambientale. Tirelli, docente di Tecniche Complementari Sportive all'Università Cattolica di Milano, ha voluto dedicare questa tappa islandese del progetto alla memoria di Daniele Nardi, l'alpinista ed esploratore scomparso insieme all'inglese Tom Ballard sulle pendici del Nanga Parbat lo scorso febbraio, e di cui il mental coach è stato amico e collaboratore.
Dall'Islanda ci trasferiremo poi a Madrid, scenario della finale di Champions che ha visto trionfare il Liverpool contro il Tottenham. Ma a margine della partita più attesa, si è svolta anche la fase finale della "Football for Friendship", la rassegna di calcio giovanile promossa da Gazprom, colosso russo dell'energia, e che ha permesso a calciatori e calciatrici Under13 provenienti da ben 211 Paesi di conoscersi e confrontarsi attraverso il calcio.
Padrino della manifestazione Roberto Carlos, lo straordinario ex terzino di Inter, Real Madrid e Nazionale brasiliana:"Vedere in campo questi bambini mi fa ripensare ai miei inizi - ci ha detto l'asso verdeoro - vedo nei loro occhi la stessa passione che mi animava alla loro età.

Per l'Italia una piccola grande soddisfazione: il giovane calciatore del Pescara Calcio Samuele Baldacci ha vinto - oltre al torneo con la sua formazione - anche i titoli di capocannoniere e miglior giocatore del torneo:" Ma quello che mi riporto a casa - ci ha detto - è soprattutto un'esperienza indimenticabile di condivisione e amicizia con tanti coetanei provenienti da tutto il mondo".

La regia della puntata è a cura di Roberta Frisani
olympia@radio24.it

Da non perdere

Noi per voi