Musica maestro19/09/2021

Il sogno di Paul Atkin: ricostruire il Teatro San Cassiano di Venezia

La nascita dell'opera viene convenzionalmente fatta coincidere con la fondazione...

    0

La nascita dell'opera viene convenzionalmente fatta coincidere con la fondazione della Camerata de' Bardi di Firenze nel 1570, con il cosiddetto ‘recitar cantando'. Ci sono ancora dubbi sulla paternità della prima opera, tra l'Euridice di Iacopo Peri e quella di Giulio Caccini. Quello che è certo che per molti anni l'opera veniva eseguita solo nelle corti e si trattava quindi di rappresentazioni private, destinate ad un pubblico ristretto.
La svolta arriva quando il Teatro San Cassiano di Venezia, costruito nel 1581 per rappresentare spettacoli teatrali, nel 1637, in occasione del carnevale, presenta l'opera L'Andromeda di Francesco Manelli. Da quel momento il San Cassiano cambia la programmazione e diventa di fatto il primo teatro d'opera pubblico al mondo.
Molti altri teatri d'opera seguiranno negli anni successivi, ma il Teatro San Cassiano manterrà comunque un ruolo importante per molto tempo, fino al declino e alla demolizione, avvenuta nel 1812.
Duecento anni dopo, per iniziativa di Paul Atkin, un imprenditore e musicologo inglese, nasce il progetto Teatro San Cassiano Group (https://www.teatrosancassiano.it/it), con lo scopo di riportare in vita lo storico teatro veneziano .
Quasi tutti i teatri italiani hanno subito modifiche nel corso degli anni, si sono modernizzati. Quello che manca in Italia è un vero e proprio teatro barocco, in grado di proporre l'opera barocca utilizzando le scenografie e le tecniche del periodo - spiega Paul Atkin. Oltre a ricostruire il teatro esattamente com'era - continua Atkin - vorremmo riportare in scena opere e autori dimenticati, avvalendoci delle partiture costudite nella Biblioteca Marciana di Venezia.
Una delle prime opere che andranno in scena, appena saranno completati i lavori, sarà "L'ingresso alla gioventù di Claudio Nerone" di Antonio Gianettini, dalla quale ascoltiamo l'arioso "Languia d'amor", interpretato dal controtenore Filippo Mineccia (cd Glossa). Il secondo brano che ascoltiamo in questa puntata è la celeberrima "Pur ti miro, pur ti godo" da ‘L'incoronazione di Poppea' di Monteverdi, nell'interpretazione di Magdalena Kožená con la Venice Baroque Orchestra diretta da Andrea Marcon (cd Archiv).

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi