Musica maestro08/02/2016

Coaloa: Tolstoj e il coraggio della verità per combattere la violenza e le guerre

    0

"Lo scopo della vita è il perfezionamento di sé". Questa frase, tratta dalla raccolta "Pensieri di saggi per ogni giorno" e pronunciata da Tolstoj in quattro lingue, fa parte di una serie di registrazioni che lo scrittore russo incise su disco il 31 ottobre del 1909, quando aveva 81 anni. Queste incisioni, che oggi si possono ascoltare sul sito ufficiale del Museum-estate of Leo Tolstoy "Yasnaya Polyana" dimostrano come Tolstoj, a differenza di quanto si è sempre pensato, fosse in realtà un entusiasta delle invenzioni e delle nuove tecnologie - spiega Roberto Coaloa, storico e musicologo, autore del libro "Tolstoj. Il coraggio della verità" (Edizioni della Sera). Coaloa ricorda poi come Tolstoj si fosse sempre battuto per la non violenza, che per lo scrittore si poteva combattere attraverso la ricerca della verità.

E' legato a Tolstoj anche il primo brano che Coaloa ci propone in questa puntata, l'aria "Che soave zeffiretto" (nell'esecuzione di Sylvia McNair e Cheryl Studer accompagnate dalla Wiener Philharmoniker diretta da Claudio Abbado) da Le nozze di Figaro di Mozart (Deutsche Grammophone) . L'opera di Mozart fa infatti parte della colonna sonora del film "The last station", diretto da Michael Hoffman nel 2009, che racconta l'ultimo anno di vita dello scrittore russo.

Il secondo brano è l'Andante cantabile dal Quartetto per archi op. 11 di Tchaikovsky (qui nell'esecuzione di David Oistrakh). Tolstoj, che aveva conosciuto personalmente Tchaikovsky, amava particolarmente questo quartetto, e la figlia Tatjana ricorda che suo padre, quando ascoltava l'andante cantabile, non riusciva a trattenere le lacrime.

Il terzo brano è tratto da una delle opere che Tolstoj amava di più, il Don Giovanni di Mozart, dal quale ascoltiamo l'aria "Riposate vezzose ragazze", nell'esecuzione della Wiener Philarmoniker diretta da Riccardo Muti (dal primo volume della collana "Riccardo Muti. La musica è la mia vita", in edicola con il Corriere della Sera).

Ascolta il programma in diretta radiofonica
Per ragioni legate alla normativa vigente sul downloading dei brani musicali, la trasmissione è ascoltabile solo in streaming, ossia in diretta radiofonica, e non è possibile effettuare il download delle registrazioni o riascoltare online la puntata.

Da non perdere

Noi per voi