Musica maestro19/01/2020

250 anni dall'arrivo di Mozart a Milano

    0

250 anni fa,  il 23 gennaio del 1770, Wolfgang Amadeus Mozart, 14 anni non ancora compiuti, arriva a Milano assieme al padre Leopold, dove  trova alloggio nel convento agostiniano di San Marco, vicino alla residenza del conte Carlo di Firmian.  E’ proprio a casa di Fimian,  governatore generale della Lombardia, ma soprattutto mecenate e grande appassionato di musica, che il giovane Mozart si esibisce per la prima volta davanti al pubblico milanese. La sua prima visita a Milano, dove rimarrà per circa un anno, rappresenta per Mozart un’importante occasione formativa e di incontro con alcuni dei più importanti musicisti del momento - come spiega Gianmarco Gaspari, docente di letteratura italiana all’Università Statale dell’Insubria.

Segnaliamo che il 23 gennaio, in occasione dei 250 anni dall’arrivo di Mozart a Milano, si terrà un concerto straordinario presso l’auditorium Fondazione Cariplo in Largo Mahler a Milano (ore 20.30) con Alessandra Sonia Romano al violino e Bruno Canino al pianoforte, accompagnati dall’’Insubria Chamber Orchestra diretta da Giorgio Rodolfo Marini. In programma anche il  “Concerto in re maggiore K 294”, eseguito con il violino originale appartenuto a Maria Adelaide, principessa di Francia, alla quale il concerto era dedicato. 

I brani che ascoltiamo in questa puntata sono “Quel ribelle e quell’ingrato’ da “Mitridate, re di Ponto” interpretata da Werner Hollweg con la Camerata Academica des Mozarteums Salzburg diretta da Leopold Hager (cd Philips 4757394) e ‘Exsultate, jubilate” K165 interpretato da Kiri Te Kanawa con la London Symphony Orchestra diretta da Colin Davis (cd Philips ‘Shorter sacred works’ 4757362). 

Da non perdere

Noi per voi