Musica maestro27/05/2018

Alexander Pereira: Cecilia Bartoli e Woody Allen nella prossima stagione della Scala

    0

Si è svolto dal 19 al 27 maggio il "Festival di Musica sacra" di Pavia, realizzato in collaborazione con il Teatro Alla Scala di Milano. Molti gli artisti di spicco presenti nell'edizione appena conclusa, da Riccardo Chailly a Bruno Casoni, da Sir John Eliot Gardiner a Cecilia Bartoli. E per il 2019 è annunciata la partecipazione di Riccardo Muti – spiega Alexander Pereira, sovrintendente della Scala. Parlando di Cecilia Bartoli, Pereira rivela che per le prossime stagioni della Scala sono previste tre opere e oratori di Haendel che avranno per protagonista la celebre soprano: "Giulio Cesare" nel 2019, "Semele" nel 2020 e "Ariodante" nel 2021. Pereira si sofferma poi su alcune delle novità annunciate per la prossima stagione scaligera: "Manon Lescaut", opera con la quale Riccardo Chailly proseguirà il suo ciclo dedicato a Puccini; "Gianni Schicchi" di Puccini con la regia di Woody Allen; "La città morta" di Korngold ed "Elena egiziana" di Strauss, entrambe per la prima volta alla Scala. Il sovrintendente si dichiara particolarmente orgoglioso dello spazio che ogni anno la Scala dedica alla musica contemporanea, che nella prossima stagione vedrà la prima mondiale di "Finale di partita" di György Kurtág. "Nel campo della musica contemporanea, questa è sicuramente la prima più importante degli ultimi 25 anni e probabilmente anche dei prossimi 25" – conclude Pereira.
I brani che ascoltiamo in questa puntata sono "Lascia ch'io pianga" di Haendel nell'interpretazione di Cecilia Bartoli e il ‘'Dies Irae' dalla "Messa da Requiem" di Verdi, diretto da Riccardo Chailly.

Da non perdere

Noi per voi