MELOG - Voci per il futuro01/07/2022

Robot I love you

Cinema e letteratura di genere fantascientifici l'hanno sempre evocato e immaginato come una "naturale" evoluzione...

  • 0

Cinema e letteratura di genere fantascientifici l'hanno sempre evocato e immaginato come una "naturale" evoluzione dello sviluppo tecnologico: il rapporto affettivo, sentimentale ma anche fisico, tra automi e persone in carne ed ossa appare come una ovvia conseguenza dell'aumentata capacità interattiva ed empatica con cui verranno costruiti i nostri servitori robotici. Arriveremo anche a condividere la sessualità con loro? La verità è che i sex robot già esistono, per quanto ancora grezzi. Ma quali scenari si stanno delineando? Come evolverà l'idea stessa di affettività una volta che le nostre relazioni sessuali si potranno consumare con una macchina? A rispondere è Maurizio Balistreri, docente di Filosofia morale all'Università di Torino, studioso di bioetica e roboetica.

Da non perdere

Noi per voi