"Loquace, instabile, incoerente, stravagante, eccitata, indocile, ciarliera, esibizionista…" non si tratta di espressioni e tratti caratteriali usati soprattutto dagli uomini per descrivere l'indole femminile ma di un elenco, assai più lungo, di sintomi della devianza femminile, secondo i criteri adottati in manicomio durante l'epoca fascista (a cui è dedicata una mostra a Roma). Da questo elenco partiamo oggi per parlare della storia della "devianza" femminile, degli strumenti di controllo e repressione delle donne attraverso i tratti caratteriali e i segni distintivi della femminilità anche al di fuori dell'ambito psichiatrico.

Da non perdere

Noi per voi