MELOG - Il piacere del dubbio09/09/2019

Lui è un criminale però ...

  • 0

Se si cerca un filo conduttore in recenti episodi di cronaca che hanno al centro il femminicidio, emerge ancora una volta un atteggiamento che, seppure in modo non esplicito, tende a dare una sorta di spiegazione dei fatti in ragione di una emotività non controllata e sotto sotto provocata dal comportamento della donna. Un atteggiamento a quanto pare diffuso anche tra i media e su cui vogliamo interrogare il nostro pubblico.
Secondo voi una donna può interrompere una qualsiasi forma di relazione con un uomo in qualsiasi momento senza dover giustificare il suo rifiuto?
Oppure pensate che "certo quell l'uomo ha commesso un crimine ma in fondo però ...:
Chiamate ora al'800240024 e diteci in quale di queste 3 posizioni vi riconoscete:
1 - Il femminicidio è un crimine commesso da un uomo che è il carnefice e la donna che è la vittima, e come tale va giudicato senza nessuna possibili giustificazioni legata all'eccesso d'amore o alle frustrazioni sentimentali di
chi uccide.
2 – Gli uomini che uccidono le donne sono certamente dei criminali ma bisogna anche ammettere che manifestazioni di gelosia e di possesso da parte dei maschi sono troppo spesso accettati o addirittura alimentati dalle donne.
3 – Tutta questa attenzione per i femminicidi e nessuno che parli di quanto gli uomini subiscono dalle donne, come al solito in Italia si interpreta la realtà solo a senso unico

Da non perdere

Noi per voi