MareFuturo20/08/2019

Alla ricerca di siti archeologici sommersi

  • 0

Come si individuano i relitti e i siti archeologici subacquei? Con i robot! Benedetto Allotta, docente di meccanica applicata e robotica all'Università di Firenze, ci spiega come si ispezionano i fondali per identificare un sito d'interesse, dal relitto navale inabissato alle antiche città sommerse. Questi robot sono stati recentemente usati con successo anche per "mappare" bolle di anidride carbonica in mare. Queste concentrazioni di gas sono responsabili di effetti negativi sulla fauna e flora subacquea. Quindi, è importante sapere dove sono e quanto gas contengono.

Da non perdere

Noi per voi