Mangia come parli20/11/2021

Verona, tra riso e Valpolicella

l percorso di oggi si snoderà attorno alla città di Verona, città d'arte patrimonio dell'Unesco...

  • 0

Il percorso di oggi si snoderà attorno alla città di Verona, città d’arte patrimonio dell’Unesco e cuore pulsante di un territorio molto variegato da un punto di vista enogastronomico: dal Riso Nano Vialone che si coltiva nella Bassa Veronese, alla Valpolicella con i suoi vini meravigliosi. Prima di iniziare questo viaggio, un saluto a Casa Magnini-Palmas: Filippo e Giorgia, tra una bracciata in piscina e un gioco con la figlia Mia, si sono dati anche ai fornelli con il format social  "Assaggi" . Sentiamo come si trova in cucina una delle coppie vip più amate d'Italia.

Da Casa Magnini a  Casa Perbellini : bussiamo alla porta di Chef Giancarlo, due stelle Michelin nel suo storico ristorante in Piazza San Zeno a Verona e assaggiamo i suoi Tagliolini in brodo con riduzione di Valpolicella, castagne e Monte Veronese.

Sempre a Verona, ci accolgono i ragazzi dell'istituto alberghiero "Angelo Berti", insieme al preside Daniele Furlani, per farci assaggiare un grande classico della zona, il risotto all'Amarone.

Attraverso la Strada Statale 12 arriviamo a Sant’Ambrogio di Valpolicella, sede del  Consorzio per la Tutela dei Vini Valpolicella , una realtà associativa attiva da oltre 90 anni comprendente viticoltori, vinificatori ed imbottigliatori della zona di produzione dei vini della Valpolicella.

Chiudiamo il nostro viaggio andando verso Sud: arriviamo ad Isola della Scala, culla del Riso Vialone Nano IGP. E, proprio al riso, è dedicata l’annuale manifestazione d’ottobre che fa accorrere migliaia di persone a degustare i piatti tipici della zona: non solo risotti, ma anche dolci a base di riso, specialità della  Pasticceria Busato  del Maestro pasticciere Alessandro.

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi