Gli sguardi obliqui sono quelli delle persone che vivono nelle zone di guerra di tutto il mondo e si ritrovano a documentare attraverso le immagini ciò che li circonda; sono gli sguardi di chi è diventato fotografo quasi per forza, a causa delle condizioni in cui riversa il Paese di appartenenza. Sono gli occhi di chi poi fotografo lo è diventato per davvero.

Quei fotografi, oggi, sono al centro delle interviste di Giampaolo Musumeci: le voci che lo accompagnano appartengono sia ad italiani che hanno vissuto per anni in zone di guerra, sia a locali che hanno battuto terreni scossi continuamente da bombardamenti.

Nella puntata di stasera, Chiara Mariani, photo editor e giornalista di Sette Corriere della Sera, Farshad Usyan, fotografo afghano locale che lavora anche per AFS eClimate Tracker, Stefano Carini, scrittore e Managing Director DARST Projects e Sandro Iovine, fotografo e direttore responsabile della rivista FPmag si alternano ai microfoni di Nessun Luogo è Lontano per raccontarci la guerra come non la conosciamo.

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi