Nessun luogo è lontano16/10/2019

L'educazione criminale dei foreign fighters

  • 0

Mentre nel nordest della Siria è in corso l'operazione turca, all'orizzonte si profila un nuovo rischio: sono circa 2mila i combattenti stranieri dell'ISIS prigionieri nelle carceri curde, e alcuni di loro sono già fuggiti. Quali potrebbero essere le prossime mosse dei foreign fighters? Chi dovrebbe prenderli in consegna? E chi dovrebbe giudicarli? Abbiamo provato a rispondere insieme a Daniele Raineri, redazione Esteri di "Il Foglio" ed esperto di Medio Oriente; Marco Pertile, docente di Diritto Internazionale alla Scuola di Studi Internazionali dell'Università di Trento, e Renske Van Der Veer, direttrice di ICCT (International Center for Counter-Terrorism) dell'Aia, nei Paesi Bassi.

Da non perdere

Noi per voi