La Zanzara20/09/2022

La Zanzara del 20 settembre 2022

  • 0

Vittorio da Roma definisce "maiale lurido" il presidente ungherese Orban. Poi si scontra con Tony da Milano del comitato anarcostalinista che attacca Draghi usando il termine "serpente".

Lino Romano, percettore di reddito, torna per attaccare Cruciani. Giorgia Meloni è considerata da Lino una "milfona". Auriemma? Il gatto nero di Napoli. Poi si lancia in un pensiero: "Cruciani verremo a farti pipì nel tuo boccale dei fiori sopra la tomba".

Grande ritorno per Maurizio Scandurra. Le destre italiane lavorano contro i "poteri anarcoglobalisti, omosessualisti e draghisti". "Se fossi omosessuale sarei casto, il matrimonio gay è uno sputo in faccia a Dio"

Secondo Marco da Ancona Henry Kissinger, che ieri ha premiato Mario Draghi, era uno dei mandati dell'omicidio Moro.

Stefano da Napoli ritorna per parlare di peccati, ma ha 96 anni e si è dimenticato. Poi si dichiara pedomorfico e, per questo, è così giovanile.Sesso? Usa il cialis.

Giacinto Butindaro afferma che tutte le istituzioni sono scelte da dio attraverso le elezioni.
L'omosessualità? "Un abominio"

Da non perdere

Noi per voi