Le più recenti stime del Fondo monetario internazionale lasciano intravvedere per il 2023 uno scenario caratterizzato da alta inflazione, trainata dall'aumento del costo dell'energia per effetto delle conseguenze della guerra in Ucraina, e da probabile recessione. L'Europa è chiamata a mettere in campo tutti gli strumenti disponibili per evitare quella che molti economisti definiscono la "tempesta perfetta": una miscela pericolosa di stagnazione e inflazione. Ne parliamo con Luigi Paganetto, curatore del libro "Equità e sviluppo. Un programma di legislatura in un mondo in cambiamento" (Eurilink University press).

Da non perdere

Noi per voi