GR15/11/2021

Il meglio di

Berrettini, master di sfortuna: va ko e ora Sinner potrebbe sostituirlo

Matteo Berrettini

E dire che due italiani alle Atp Finals di Torino li abbiamo sognati per settimane. Ma così fa male, troppo male. Come fanno male i muscoli addominali di Matteo Berrettini, quelli che già lo avevano fatto tribolare lo scorso anno costringendolo a diverse settimane di stop. L'infortunio arriva dopo un'ora e venti di battaglia con Sasha Zverev. il 25enne romano, numero 7 al mondo, cede al tie-break il primo set, è sotto di un game nel secondo, attacca di dritto, poi ha una smorfia, poi un servizio, le lacrime, l'inutile intervento del fisioterapista, il vano tentativo di riprendere a giocare, il ritiro. Al dolore e al pianto di Matteo, si somma la delusione di un pubblico che fino a quel punto gli era stato a fianco in ogni punto. Vittoria a Zverev, quindi, e davvero difficile che Berrettini possa recuperare; non ce la facesse, toccherebbe proprio a Jannik Sinner, prima riserva del torneo, scendere in campo con due soli match a disposizione per qualificarsi, contro Medvedev e Hurkacz, col russo che ieri ha sconfitto il 3 set il polacco.
di Dario Ricci

Da non perdere

Noi per voi