Focus economia06/03/2018

Verso una guerra dei dazi? - Elezioni e mercati - Salone auto Ginevra

  • 0

Il Canada ha annunciato che prenderà misure "rapide e appropriate" contro gli interessi statunitensi come reazione ai dazi sull'import di acciaio e alluminio decisi da Washington. Domani l'Unione europea renderà note le sue contromisure che dovrebbero colpire prodotti tipici del made in USA come i jeans Levi's e le moto Harley Davidson. Nei giorni scorsi anche Cina e Russia hanno manifestato il loro disappunto e minacciato ritorsioni commerciali dopo che il presidente americano Donald Trump ha confermato la sua intenzione di imporre dazi del 10% sull'import di alluminio e del 25% su quello dell'acciaio, senza entrare nei dettagli e con possibili eccezioni. La decisione dovrebbe essere formalizzata questa prossima settimana con la firma di un provvedimento.
Reazione composta dei mercati all'esito delle elezioni politiche italiane. Ieri la borsa di Milano è stata la peggiore in Europa ma ha chiuso con un calo modesto (- 0,4%). Hanno sofferto soprattutto i bancari (ISP -1,4%; UCG - 3,4%; Ubi - 3,7%; Bper - 7%) e Mediaset (- 5,5%). Come segnala l'agenzia bloomberg "festeggia" l'hedge fund Beidgewater, di Ray Dalio che ha scommesso contro il settore bancario italiano 3,3 miliardi di dollari.
Oggi recupero generalizzato. Spread in risalita fino a 140 punti (rendimento decennale al 2%) ma poi ridisceso a quota 135 e oggi giù fino a 130 punti.
Ospiti Paolo Bricco e Morya Longo, Sole 24 Ore; Francesco Zirpoli, università Cà Foscari Venezia; Giuliano Noci, MIP Politecnico Milano.

Da non perdere

Noi per voi