Focus economia15/02/2018

A Verona l'assemblea annuale di Confindustria - Economia italiana e vincoli europei - L'andamento della pubblicità nel 2017

  • 0

Oggi a Focus Economia: I fallimenti e le chiusure d'impresa sono scese nel 2017 ai livelli del 2005, con 93mila procedure di default o di uscita volontaria dal mercato avviate. Lo rileva il Cerved che sottolinea come il dato sia inferiore del 5% rispetto al 2016, grazie soprattutto ai fallimenti, scesi dell'11,3%. In calo anche i concordati preventivi (-29%), a differenza delle procedure di amministrazione controllata, salite del 46%. Quanto ai concordati preventivi, sono state presentate 589 domande (-29% sul 2016), il minimo da oltre dieci anni, molto distante dal picco di 2.278 domande presentate nel 2013. l mercato degli investimenti pubblicitari in Italia chiude il 2017 in crescita dello 0,4% rispetto all'anno precedente. Lo affermano i dati Nielsen secondo i quali, se si esclude dalla raccolta web la stima sul 'search' e sul 'social', il mercato generale segnerebbe una contrazione del 2,1%.

L'andamento del singolo mese di dicembre e' in crescita del 4,6%.
La tv chiude il 2017 in calo dell'1,6%, positivo (+4,8%) il mese di dicembre.
L'andamento della stampa continua a essere negativo: la raccolta nel 2017 per quotidiani e magazine si ferma rispettivamente a -7,7% e -6,2% (-1,9% e -4,3% a dicembre). Chiude l'anno con il segno positivo la radio, in crescita del 5,4% nei 12 mesi e a +0,3% a dicembre. "Con un rush finale degno dei migliori velocisti, grazie a un ultimo trimestre che ha segnato una crescita del 2,8%, si conferma la chiusura dell'anno in terreno positivo, anche se un po' meno di quanto tutti gli operatori si aspettassero", spiega Alberto Dal Sasso, Ais Managing Director di Nielsen.

Ospiti Gustavo Piga, economista università Tor Vergata; Guido Romano, direttore centro studi Cerved; Andrea Biondi, Sole 24 Ore. Come di consueto spazio al commento della giornata di Borsa.

Da non perdere

Noi per voi