Focus economia20/09/2022

L'anno nero dei bond, perso il 20%

A tre mesi dalla fine, il 2022 si candida ad anno nero delle obbligazioni: perdono anche più del 20%...

  • 0

A tre mesi dalla fine, il 2022 si candida ad anno nero delle obbligazioni: perdono anche più del 20% del loro valore secondo le analisi condotte da Bofa Merril Lynch. La responsabilità è della corsa dei prezzi che riporta ai livelli del 1949, quando l'inflazione mordeva l'economia. Più i prezzi salgono più si depaupera il valore degli investimenti.
La reazione diventa la richiesta di rendimenti più elevati che attraggono investitori che puntano su possibili guadagni a medio termine. Ne parliamo con Vito Lops de il Sole 24 Ore.

La Fed pronta a un altro maxi rialzo
La Federal Reserve appare destinata a percorrere un cammino sempre più aggressivo di strette di politica monetaria per debellare l'inflazione, tenendo sulle spine mercati preoccupati che scatenino rovesci dell'economia. Non solo la scommessa tra analisti e operatori è di un imminente maxi-rialzo dei tassi d'interesse interbancari di 75 punti base al 3%-3,25% - e qualcuno non esclude un intero punto percentuale - al termine, domani, del nuovo vertice di due giorni. L'aggressività della Fed potrebbe emergere anzitutto dall'outlook: in attesa che la Banca centrale aggiorni le proprie previsioni a fianco della mossa sui tassi, si è diffusa la scommessa su un costo del denaro che, con il protrarsi della manovra, arrivi a superare il 4%, e possa scalare vette oltre il 5 per cento. Approfondiamo il tema con Alessandro Plateroti, direttore di Notizie.it.

Stellantis: a Mirafiori il principale hub per l'economia circolare
Stellantis investe nella trasformazione della propria presenza industriale in Italia per lo sviluppo di un'attività sostenibile e crea il principale Hub per l'economia circolare, che sara' inaugurato nel 2023, per garantire modelli di produzione e consumo sostenibili. Più nel dettaglio, la società ha annunciato che il comprensorio di Mirafiori ospiterà l'Hub e che lo stabilimento inizierà a operare con tre attività progettate per aumentare la sostenibilità produttiva, ovvero rigenerazione di componenti, ricondizionamento e smantellamento di veicoli. L'obiettivo è espandersi ulteriormente a livello globale. L'iniziativa si basa sulle competenze attualmente in possesso dell'azienda e rappresenta un ulteriore importante passo nell'attuazione del piano strategico per la business unit Economia Circolare di Stellantis. Quest'ultima mira a quadruplicare i ricavi derivanti dall'estensione della vita utile di componenti e servizi e ad aumentare di 10 volte, rispetto al 2021, i ricavi ottenuti dal riciclo entro il 2030. Ne parliamo con Filomena Greco de Il Sole 24 Ore.

Da non perdere

Noi per voi