Focus economia27/10/2020

Il decreto ristori

Oggi il governo si è riunito poco prima delle 16 in un Consiglio dei ministri...

  • 0

Oggi il governo si è riunito poco prima delle 16 in un Consiglio dei ministri durato appena un'ora per approvare il provvedimento autunnale, il cosiddetto decreto ristori. La nuova misura vale circa 6,8 miliardi di cui 2 riservati al fondo perduto per le attività chiuse o danneggiate dal mini lockdown e 2,6 miliardi per la cassa integrazione riservata ai dipendenti e lavoratori di queste stesse attività, che durerà fino a fine gennaio.

A far alzare l'asticella delle risorse messe in campo con il nuovo decreto ci sono: 300 milioni per le fiere; 180 milioni per le indennità da erogare ai lavoratori dello sport, alle società sportive dilettantistiche e al credito sportivo; 150 milioni per credito d imposta sugli affitti commerciali dei mesi ottobre, novembre e dicembre (tax credit che resta cedibile e che si allarga anche a chi ha volumi d affari e di corrispettivi superiori a 5 milioni di euro); 115 milioni per l esenzione dalla seconda rata dell Imu in scadenza il 16 dicembre; 200 milioni per una nuova mensilità del Reddito di emergenza; 60 milioni per le forze dell ordine impegnate nei controlli sul rispetto delle regole su aperture e chiusure delle attività.

Il resto della dote, circa 1,2 miliardi di euro, è destinato a cultura e turismo con 680 milioni destinati a finanziare una riedizione dell'indennità da 1.000 euro per i lavoratori stagionali e dello spettacolo, 400 milioni per le agenzie turistiche, 100 milioni per il cinema e 50 milioni per le imprese culturali.

Telefisco
Dopo il record di interesse e di richieste, il Superbonus 110%, la maxi detrazione dedicata all'edilizia e introdotta dal Decreto Rilancio, sarà prorogata: la notizia è stata annunciata dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio Riccardo Fraccaro intervistato durante lo speciale Telefisco on line stamattina, il webinair de Il Sole 24 Ore con focus sul Superbonus 110%, che proseguirà a partire dal 24 novembre sulla piattaforma Smart24Superbonus.

Domani Il Sole 24 Ore dedicherà un inserto con le risposte ai principali dubbi sul funzionamento del bonus da parte direttamente dell'Agenzia delle Entrate.

Rapporto Censis-Confimprese "Il valore sociale dei consumi"
La metà degli italiani è disposta ad accettare i rigori della seconda ondata dell'epidemia solo perché è convinta che a breve arriverà una cura risolutiva o il vaccino. Lo dicono soprattutto i residenti del Sud (il 55,2% rispetto alla media nazionale del 49,7%) e gli anziani (il 53,5%). L'asticella è fissata a Natale: ecco esplicitato l'orizzonte massimo di tenuta psicologica degli italiani all'indomani delle nuove restrizioni. È quanto emerge dal Rapporto Censis-Confimprese «Il valore sociale dei consumi», realizzato con il contributo di Ceetrus, diffuso oggi, che stima anche il crollo dei consumi in questo anno di pandemia.

Ospiti: Gianni Trovati, Il Sole 24 Ore, Jean Marie Del Bo, vicedirettore del Sole 24 Ore, Mario Resca, presidente Confimprese

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi