Focus economia01/07/2020

Turismo: riaprono i confini ma non per tutti

  • 0

L'Unione europea ha riaperto le sue frontiere esterne a 15 Paesi terzi: Algeria, Australia, Canada, Georgia, Giappone, Montenegro, Marocco, Nuova Zelanda, Ruanda, Serbia, Corea del Sud, Tailandia, Tunisia e Uruguay. A questi si aggiunge la Cina, inserita in fondo alla lista con un asterisco: Pechino entrerà a pieno titolo nell'elenco Ue solo se garantirà la reciprocità all'Europa. Esclusi: Usa, Russia e Brasile.
L'Italia mantiene la quarantena obbligatoria per tutti coloro che arrivano da una nazione non Ue, anche se è transitato in un altro partner interno a Schengen. Al momento non cambia nulla invece per i Paesi europei interni a Schengen, tra i quali resta la libera circolazione decretata dal governo il 3 giugno e abbracciata da tutta Europa il 15 giugno.
Inoltre, oggi parte il bonus vacanze, il provvedimento principale del decreto Rilancio per fare uscire il settore dalla crisi seguita all'emergenza coronavirus. Un provvedimento in cui il governo crede molto tanto da dedicargli 2,4 miliardi.
- Presidenza tedesca al via, sei mesi per rilanciare l'Europa
Inizia oggi il semestre di presidenza tedesca del Consiglio dell'Unione Europea, esercitata a turno dagli stati europei, che si alternano ogni sei mesi. La cancelliera Angela Merkel ha parlato oggi al Bundestag, illustrando alcuni punti chiave del programma.
OSPITI: Antonio Capacchione, presidente del Sindacato Italiano Balneari aderente a Fipe Confcommercio, Adriana Cerretelli, editorialista del Sole 24 Ore.

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi