Da domani 4 dicembre fino a venerdì 6, si tiene il 125° consiglio nazionale Fabi che vede riuniti oltre 1.800 dirigenti sindacali della Fabi, il maggior sindacato dei bancari.
Durante i tre giorni sono previsti dibattiti e approfondimenti. Al centro, il rinnovo del contratto nazionale, ma con uno sguardo sempre rivolto ai cambiamenti in atto nel settore: banche, politica ed Europa, finanza, nuove tecnologie. Interverranno autorevoli ospiti della cultura, dell'economia e della finanza.
- Unicredit: Unicredit si prepara a tagliare il personale in Italia di circa 5.500-6.000 dipendenti e 450 filiali. Unicredit ha complessivamente circa 84,6 mila dipendenti di cui circa 60mila in Europa Occidentale (38mila in Italia, 14 mila in Germania e 6mila in Austria). Le filiali in Europa occidentale sono circa 2.870 di cui 2.400 circa in Italia.
- Nuovi assetti editoriali: Exor ha siglato con Cir l'accordo per rilevare il 43,78% di Gedi a 0,46 euro per azione con un esborso di 102,4 milioni. Al termine dell'operazione da realizzare tramite una società di nuova costituzione verrà lanciata un'opa allo stesso prezzo. Cir reinvestirà nella nuova società per una quota pari al 5% di Gedi.
- Mes: L'ex vicepremier Matteo Salvini torna all'attacco sul Mes e nega di essere mai stato a conoscenza delle modifiche del trattato sul fondo salva-Stati, come invece sostenuto ieri in Parlamento dal premier Giuseppe Conte. Per Salvini, "qualcuno al Governo sta dicendo la verità e qualcun altro una bugia. Nessuno mi ha mai fatto vedere il testo delle modifiche di questo trattato ed è grazie a noi che ne stiamo parlando. Il Parlamento deve poter intervenire su quel testo".
Ospiti: Lando Maria Sileoni, segretario generale Fabi, Luca Davi Sole 24 Ore, Andrea Biondi Sole 24 Ore, Donato Masciandaro, docente economia monetaria università Bocconi di Milano, editorialista de il Sole 24 Ore.

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi