Focus economia22/09/2021

Non solo Evergrande, tutto l'immobiliare in Cina è sovraindebitato

Evergrande allontana lo spettro default, dichiarando che effettuerà domani un pagamento di interessi obbligazionari...

  • 0

Evergrande allontana lo spettro default, dichiarando che effettuerà domani un pagamento di interessi obbligazionari e dando così sollievo ai mercati globali sulle turbolenze finanziarie del secondo sviluppatore immobiliare cinese, oberato da 305 miliardi di dollari. La compagnia ha affermato, dopo aver trovato un accordo con i titolari della emissione obbligazionaria, di poter onorare "232 milioni di yuan (35,9 milioni di dollari, ndr) di coupon onshore con scadenza 23 settembre". Nessuna menzione, invece, è sui rimborsi degli interessi sugli offshore bond.

Faro sulla Fed
La banca centrale è attesa oggi alla prova dei mercati con i suoi annunci di politica monetaria.
Nessuna novità è prevista ma gli analisti e gli investitori puntano a cogliere dal comunicato finale e dai dot-plot, le tabelle con le previsioni sull'andamento dei tassi, le prossime mosse della banca centrale evidentemente divisa sulla tempistica del tapering.
Secondo vari sondaggi delle ultime ore, la Fed annuncerà una riduzione degli acquisti di asset in novembre per dare il calcio d'inizio al ritiro degli stimoli messi in campo contro la pandemia in dicembre.

Le riforme sul tavolo del governo: dal Catasto, al fisco e alle misure antidelocalizzazione
Il governo lavora alle prossime riforme: Catasto, fisco e sono attese anche le misure antidelocalizzazione. Si lavora anche contro il caro bollette: un intervento in tal senso è atteso già per domani, mentre per tutti gli altri temi è possibile che si slitti alla prossima settimana.
Il Catasto è un tema spinoso a livello politico, ma il Governo va avanti. Cercando di rincorrere l'invarianza di gettito che, secondo le intenzioni dei tecnici del Mef, dovrebbe tradursi in una redistribuzione del carico fiscale sulla casa adeguando le rendite ai valori di mercato ma senza far crescere l'importo complessivo delle tasse sul mattone. E senza toccare l'abitazione principale.

Milano moda donna torna in presenza
La rassegna ha preso il via ieri fino al 27 settembre, con un calendario di 65 sfilate (di cui 2 doppie), 43 fisiche e 22 digitali; 98 presentazioni e presentazioni su appuntamento (77 in presenza e 21 digitali) e 41 eventi (37 in presenza e 4 digitali) per un totale di 204 appuntamenti. Cambio di passo nel primo semestre 2021 per la moda donna rispetto al 2020. I dati dell'export sono positivi: le vendite estere, già cresciute del +2,6% nell'arco del primo trimestre, presentano un deciso rafforzamento del tasso di crescita da aprile a giugno (+72,1%), che permette di chiudere i primi sei mesi dell'anno con un incremento tendenziale pari al +27,6%. Il periodo gennaio-giugno 2020 si era archiviato con un calo del 23,6%. Le vendite estere di moda donna, secondo i dati elaborati dal Centro Studi di Confindustria Moda per Smi, ammontano, pertanto, a 4,3 miliardi circa nel primo semestre del 2021.

Ospiti: Andrea Francheschi, Sole 24 Ore, Marco Valsania, Sole 24 Ore NY, Gianni Trovati, Sole 24 Ore, Giulia Crivelli, Sole 24 Ore.

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi