Focus economia06/05/2021

Gli esodati dei dl sostegni

Il decreto sostegni bis dovrebbe arrivare in consiglio dei ministri la prossima settimana...

  • 0

Il decreto sostegni bis dovrebbe arrivare in consiglio dei ministri la prossima settimana: assorbirà i 40 miliardi dell'extra deficit approvato dal Parlamento due settimane fa, di cui circa 14 saranno dedicati a una nuova tornata di sostegni per le aziende e partite Iva.
Anche in questa nuova edizione dei sostegni però ci saranno degli esclusi: innanzitutto le aziende che fatturano più di 10 milioni di euro e poi quelle aziende che nel 2019 hanno avuto buchi di fatturato, dovuti per esempio a una sospensione dell'attività per ristrutturazione o alla distanza temporale tra l'apertura della p. iva e gli incassi. Solo per questi ultimi sarà istituito un fondo per un mini bonus da 1000 euro.

Nell'anno del covid il mercato digitale ha tenuto
Nel 2020 il mercato digitale italiano ha registrato un lieve calo (-0,6%), arrivando a 71,5 miliardi di euro (71.504 milioni), con una dinamica meno drammatica rispetto ad altri settori e nettamente migliore delle aspettative formulate lo scorso novembre, quando era stato previsto un calo più marcato (-2%). Per il 2021, sia l'evoluzione e il controllo dell'attuale emergenza che l'aumento di fiducia nel clima economico complessivo lasciano intravedere un recupero del mercato, con una crescita prevista del 3,5% e dinamiche in miglioramento in tutti i comparti. Sono i dati rilasciati oggi da Anitec-Assinform, l'Associazione di Confindustria che raggruppa le principali aziende dell Ict.

Vaccini e pesca: i dossier che agitano le acque delle diplomazie mondiali
Gli Usa hanno annunciato di essere a favore della revoca delle protezioni della proprietà intellettuale per i vaccini anti Covid, per accelerare la produzione e la distribuzione delle dosi nel mondo. "Si tratta di una crisi sanitaria mondiale e le circostanze straordinarie della pandemia invocano misure straordinarie", ha spiegato la rappresentante Usa per il commercio Katherine Tai precisando che Washington partecipa "attivamente" ai negoziati in corso al Wto. Dall'altra parte dell'Oceano: i circa 50 pescherecci francesi, che stazionavano nelle acque dell'isola britannica di Jersey, nella Manica, per protesta contro le condizioni imposte nel dopo-Brexit alla pesca francese, hanno lasciato l'area nel pomeriggio. Il ritiro, sotto l'occhio di 2 navi militari britanniche di fronte a Jersey, territorio dipendente della corona di Londra, è avvenuto dopo colloqui negoziali svoltisi fra autorità locali e rappresentanti dei pescatori. Colloqui definiti "positivi" dal ministro degli Esteri di Jersey, Ian Gorst.

Ospiti: Gianni Trovati, Il Sole 24 Ore, Antonio Belperio, titolare di Trattoria Dall'Oste a Firenze, Marco Gay, Presidente Anitec-Assinform, Adriana Cerretelli, editorialista del Sole 24 Ore

Da non perdere

Noi per voi