Focus economia10/09/2018

Il dibattito sulla chiusura domenicale dei negozi - Spread in calo sulle rassicurazioni di Tria per la prossima legge di bilancio

  • 0

Oggi a Focus Economia: Entro l'anno "sicuramente" arriverà la legge che impone lo stop la domenica e nei giorni festivi delle aperture agli esercizi e ai centri commerciali: parola del vicepremier e ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro, Luigi Di Maio, intenzionato ad accelerare la stretta sulla liberalizzazione delle aperture e degli orari nel commercio, introdotta nel 2011 con il decreto 'Salva Italia'.
La proposta della Lega limita le aperture alle sole domeniche del mese di dicembre, più altre 4 nell'anno: decideranno le Regioni, d'intesa con gli enti locali. Quella del Movimento arriva fino a 12 aperture all'anno, fatti salvi i comuni turistici.
Plaudono i sindacati, da sempre schierati contro la deregolamentazione e il conseguente "far west". Preoccupata, al contrario, la grande distribuzione organizzata: a rischio ci sarebbero 40-50mila lavoratori -
Il Governo deve presentare la nota di aggiornamento al DEF (con le previsioni su deficit e debito) entro il 27 settembre. Entro il 15 ottobre il testo della legge di bilancio deve essere inviata a Bruxelles. Il 26 ottobre si pronuncerà sull'Italia Standard & Poor's che al momento attribuisce all'Italia un rating BBB (era stato alzato da BBB- lo scorso 27 ottobre). Entro il 31 ottobre si pronuncerà anche Moody's che ha già preannunciato un possibile taglio al rating dell'Italia (attualmente Baa2). Si parte da una manovra da 22 mld di euro (12 per neutralizzare aumento IVA, 4 mld a causa aumento rendimenti titoli di Stato, 4 mld per spese improrogabili, 2 mld per minor crescita).
Ospiti: Gianni Trovati de Il Sole 24 Ore; Francesco Pugliese, amministratore delegato Conad; Mauro Bussoni, segretario generale Confesercenti. Come di consueto spazio al commento della giornata di Borsa.

Da non perdere

Noi per voi