Il falco e il gabbiano14/02/2019

Gigi Radice non era per davvero il Sergente di Ferro

  • 0

A metà degli anni '70 il calcio totale era il dogma. In Italia, il miglior esempio di questo tipo di calcio è quello proposto da Gigi Radice sulla panchina del Torino. Un uomo, per alcuni un Sergente. Per tanti, un secondo padre più che un Sergente: un allenatore moderno, comprensivo, un uomo affascinante e di poche parole, ma capace di stare allo scherzo quando necessario e richiedere la massima professionalità dai propri giocatori. Nella sua vita ne ha passate di tutti i colori: immense gioie e anche profondi dolori, culminati con una malattia che non gli ha lasciato più ricordi.

A cura di Fabio Donolato

Playlist
The song is over - Who
The times they are a-changing - Bob Dylan
Working all day - Gentle Giant
Theme for an imaginary western - Colosseum
Back to zero - Rolling Stones
Stranger in the house - Elvis Costello
Memories can't wait - Talking Heads
Oggetti smarriti - Enrico Ruggeri

Da non perdere

Noi per voi