Il falco e il gabbiano17/04/2018

Drazen Petrovic, il Mozart dei canestri

  • 0

Il mondo del basket europeo e mondiale non sarebbe quello che conosciamo oggi se Drazen Petrovic non fosse nato in Croazia il 22 ottobre 1964. Un giocatore straordinario che dalla Jugoslavia parte alla conquista dell'NBA in un'epoca - fine degli anni '80 e inizio dei '90 - in cui gli europei venivano visti con "diffidenza" dagli americani. Con lui c'è Vlade Divac, serbo, che nel 1989 veste la maglia dei Lakers. Divac e Petrovic sono amici e al contempo due colonne della nazionale Jugoslava. Salgono sul tetto del mondo nel 1990, ma la vittoria e l'amicizia vengono rovinate da un caso politico in cui sono protagonisti Divac e la bandiera croata, il tutto mescolato assieme al clima d'odio che aleggia sopra i Balcani in quegli anni. Una ferita mai sanata, quella tra Petrovic e Divac, che resterà tale perché il 7 giugno del 1993 Drazen se ne va per sempre in un incidente stradale.

Puntata a cura di Fabio Donolato

Playlist
Changes - David Bowie
Growing up and I'm fine - Mick Ronson
Tribal connection - Gogol Bordello
Gas gas - Goran Bregovic
Inno Jugoslavia - accenno
Back in the USSR - Beatles
A whole new world - Elliott Murphy
Achilles last stand - Led Zeppelin
Canzone per un'amica - E. Ruggeri

Da non perdere

Noi per voi