Il falco e il gabbiano17/09/2018

Caravaggio. Vita Sacra e Vita Profana del Pittore della Luce

  • 0

Michelangelo Merisi da Caravaggio è stato il più travagliato e anticonvenzionale dei pittori veramente grandi della tradizione italiana. Un outsider, un piantagrane, un uomo difficile e pericoloso. La sua intera esistenza è andata contro ogni regola, venendo meno a tutto quanto ci si aspettava da un artista di grande successo. Eppure, nonostante questo, ha avuto protettori potenti e commissioni prestigiose, perché era di gran lunga il pittore più grande e geniale del suo tempo, più di qualsiasi altro suo contemporaneo. La sua arte era così avvincente, così originale, che la gente ne restava ammaliata: ogni sua nuova opera scatenava la folla, si faceva a spintoni per vederla, come si farebbe oggi per il concerto di una rock star. Non importava il resto, la sua vita dissoluta, la sua violenza inaudita, il suo talento a mettersi nei guai, la sua reputazione sessuale ambigua, il suo essersi macchiato dei delitti più terribili compreso l’omicidio: il suo stupefacente senso del dramma, la sua profonda umanità, il suo stile innovativo e la sua tecnica imbattibile ne hanno fatto un vero mito del suo tempo e una delle figure più misteriose e carismatiche che siano mai esistite nella storia dell’umanità.

A cura di Simona Capodanno

Playlist
I’m not the loving kind - John Cale
All dead - Queen Breaking the rules - AC/DC
Peel the paint - Gentle Giant 
New coat of paint - Tom Waits 
Ashes to ashes - David Bowie 
Sir Lancelot and the Black Knight - Rick Wakeman 
Post scriptum - Enrico Ruggeri 

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi