Il falco e il gabbiano12/02/2018

Bobby Fischer, il re matto degli scacchi

  • 0

Il 1° settembre 1972, Bobby Fischer diventa Campione del Mondo di scacchi, battendo Boris Spassky, in quello che è stato definito "l'incontro del secolo". Un match che fu al centro dell'attenzione internazionale, non solo per l'interesse sportivo, ma soprattutto perché fu uno dei campi di battaglia della Guerra Fredda tra Stati Uniti e Unione Sovietica. A Bobby Fischer la guerra non è mai interessata, lui non voleva averci nulla a che fare, ci si è ritrovato, con la sua personalità stravagante, eccentrica, paranoica e ossessiva. Fu capace, nel gioco come nella vita, di stravolgere le regole, andando oltre al comune modo di pensare. Bobby Fischer è stato un insieme di grandi contraddizioni, ma, sicuramente, anche l'indiscusso re degli scacchi.

A cura di Paolo Buzzone

Playlist
Cold War - Devo
Born In The Usa - Bruce Springsteen
Re-Awakening - Peter Hammil
Russians - Sting
The Man's Too Strong - Dire Straits
Play The Game - Queen
The Pretty Things Are Going To Hell - David Bowie
The Man They Love To Hate - Stranglers

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi