Il falco e il gabbiano19/05/2017

Amedeo Modigliani, i colori della perdizione

  • 0

Modì, livornese di nascita, ha il fuoco sacro per il disegno e appena può parte alla volta di Parigi dove si trasferisce nel quartiere degli artisti squattrinati: Montmartre.
Influenzato dai grandi nomi come Picasso e Rivera, sviluppa uno stile inconfondibile contemporaneo al movimento artistico dei cubisti. Viene subito chiamato il "principe dei vagabondi". La sua vita viene stravolta dalla forte dipendenza da assenzio e hashish.
Il suo rapporto con Picasso e la grande passione per le donne che li accomuna lo porta sempre più ad avere una vita duplice. Di giorno infaticabile pittore e di notte dissoluto bohémien. Poi avviene l'incontro con l'amata Jeanne Hébuterne, pittrice in erba: i due vivono insieme e danno alla luce la loro prima figlia, ma quando Jeanne ha in grembo il loro secondo figlio, Modì si ammala e muore per una meningite tubercolotica. Il giorno dopo la sua amata si lancia dal quinto piano in preda alla disperazione.
A cura di Simona Capodanno e Grazia Piccininno



Playlist
The Man Who Sold the World - David Bowie
Io respiro - Enrico Ruggeri
Beauty Queen - Roxy Music
Please Call Me, Baby - Tom Waits
L'Assenzio (The Power of Nothing) - Bluvertigo
Gun Control - Ian Hunter
Maledetti - Massimo Riva

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi