Il falco e il gabbiano12/12/2018

Adriano Panatta, il tennis come arte

  • 0

Adriano Panatta è uno di quegli atleti che nascono ogni venti o trent'anni con una grande capacità innata: quella di accendere i riflettori del pubblico su uno sport "minore", solitamente lontano dalle passioni popolari. Negli anni Settanta Panatta si è imposto all'attenzione del pubblico mondiale con un gioco morbido, preciso, rischioso. Ma soprattutto ha conquistato le platee con il carisma, un atteggiamento molto diverso dallo "snobismo" di tanti campioni del tennis prima di lui. Figlio del custode di un circolo tennis romano, con simpatie di sinistra, ha portato nel 1976 l'Italia alla vittoria della Coppa Davis nel Cile di Pinochet, indossando, insieme a Bertolucci nel doppio, una maglietta rossa. Uno schiaffo al regime militare, una provocazione con cui ha manifestato tanto del suo carattere. Ospite: Paolo Bertolucci

A cura di Giovanni Savarese

Playlist

Girl - Beatles
I never cry - Alice Cooper
Opportunity - Elvis Costello
La voglia che ho - Enrico Ruggeri
Golden years - David Bowie
Somebody get murdered – Clash
We are the champions - Queen
Modena City Rambles – Due magliette rosse

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi