Europa Europa16/02/2019

EUROPA EUROPA - Macrocondizionalità economia per fondi Ue, no dell'Europarlamento

  • 0

Nuovo schiaffo sulla Brexit per il governo May: la Camera dei Comuni ha infatti rigettato la mozione illustrata lunedì dalla premier Tory che chiedeva di ribadire il sostegno dell'aula al negoziato supplementare con l'Ue per ottenere rassicurazioni sul backstop.
È allarme acqua in Europa: nei prossimi 30 anni, un cittadino europeo su tre avrà difficoltà di approvvigionamento. Per contrastare la scarsità idrica, il Parlamento Europeo ha approvato una serie di norme per rendere più efficiente il recupero delle acque reflue e limitare lo spreco.
Prosegue il viaggio di Radio 24 all'interno delle principali famiglie politiche europee, in vista del voto delle elezioni di maggio. Oggi è il turno del Partito Socialista Europeo.
Macedonia e Grecia hanno informato il segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres, dell'entrata in vigore dell'accordo di Prespo con il quale diventa ufficiale il nuovo nome del Paese ex jugoslavo: Repubblica della Macedonia del Nord.
L'Europarlamento ha respinto a Strasburgo il principio della macrocondizionalità economica per i fondi Ue post-2020. In plenaria non è passata la proposta sulla coesione 2021-2027 che prevedeva il blocco dei fondi per i Paesi che non rispettano le regole di bilancio. L'approfondimento con il prof. Franco Bruni, vicepresidente ISPI e Co-Head Co-Head dell'Osservatorio Europa e Governance Globale nonché professore di Teoria e politica monetaria internazionale all'Università Bocconi.

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi