Europa Europa06/11/2022

Meloni a Bruxelles, buona la prima. Von der Leyen: "Confronto positivo"

La difesa dei "confini esterni" della Ue come approccio per affrontare la gestione dei migranti, che trova "orecchie disponibili"

  • 0

Giorgia Meloni e Ursula von der Leyen

La difesa dei "confini esterni" della Ue come approccio per affrontare la gestione dei migranti, che trova "orecchie disponibili". E la difesa "degli interessi nazionali" come metodo di confronto, per fare sentire la voce "forte" dell'Italia a Bruxelles. Giorgia Meloni affronta il primo banco di prova internazionale per dimostrare ai vertici europei che il nuovo governo di centrodestra non è di "marziani", è disponibile a "collaborare" ma ha ben chiare le priorità e le ricette per affrontarle. E il primo segnale arriva da Ursula Von der Leyen": Grazie Giorgia Meloni per il forte segnale lanciato con la tua visita alle istituzioni europee nel tuo primo viaggio all'estero. È stata una buona occasione per scambiare opinioni su temi critici che vanno dal sostegno all'Ucraina, all'energia all'Italia, al NextGenEU e alla migrazione", dice la presidente della Commissione. Ne parliamo a Europa Europa con Beda Romano. Con Witold Rodkiewicz, politologo e analista del Center for European Studies di Varsavia facciamo il punto sulla strategia russa in Europa e sulle distanze che restano su questo tra i paesi membri dell'Unione europea. Infine da Belgrado i commenti e gli effetti della visita di UvdL nella capitale serba: Christian Eccher ci spiega com'è andata e anche perché i flussi in arrivo dalla Russia per effetto dell'invasione in Ucraina stiano modificando alcuni atteggiamenti tradizionali dell'opininione pubblica locale.

In collaborazione con Euranet Plus

Da non perdere

Noi per voi