Effetto giorno23/09/2022

Russia, manifestazioni e fughe dopo l'annuncio della mobilitazione. Nelle Marche beffati i cittadini colpiti dall'esondazione del Misa

La crisi Ucraina ha avuto nelle ultime ora una accelerazione

  • 0

La crisi Ucraina ha avuto nelle ultime ora una accelerazione. Da un lato con il discorso di Putin che ha annunciato sia la mobilitazione dei riservisti sia una escalation di possibili reazioni di Mosca ai tentativi dell'Ucraina di riconquistare i territori che saranno oggetto di un referendum di annessione alla Russia. Il discorso di Putin ha portato a reazioni internazionali ma anche a proteste in Russia: manifestazioni, principalmente attivisti, a cui sono seguiti arresti, e adesso anche tentativi di fuga dal paese. Nelle stesse ora inizia il referendum di annessione, giudicato in violazione del diritto internazionale da parte del segretario generale Onu Gutierres. Ne parliamo con Antonella Scott, che segue la Russia per IL Sole 24 Ore e con Nello Scavo, inviato di Avvenire.

Torniamo nelle Marche sui luoghi della terribile alluvione che ha provocato l'esondazione del Misa, che ha travolto tutto ciò che era sul percorso, coprendo di fango e detriti e case e strade: 11 le vittime. Dopo i danni gravissimi e i lutti arriva anche una beffa dai moduli per gli aiuti. Ci spiega di più il sindaco di Senigallia Massimo Olivetti.

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi