Effetto giorno07/06/2019

Il test dei ballottaggi

  • 0

La situazione politica nazionale ha messo in secondo piano il test elettorale amministrativo che si tiene domenica 9 giugno in 136 comuni italiani. I ballottaggi, si sa, riscuotono un interesse normalmente minore rispetto al primo turno, dove si votano preferenze di schieramento. Comunque il sistema maggioritario a doppio turno invita poi i partiti esclusi all'apparentamento, oppure, come spesso accade, a disertare le urne.
Domenica si vota in quindici città capoluogo di provincia: Avellino, Campobasso, Potenza, Ascoli Piceno, Biella, Cremona, Ferrara, Foggia, Forlì, Livorno, Prato, Reggio Emilia, Rovigo, Verbania, Vercelli.
Nella maggior parte dei casi la sfida sarà tra centro destra e centro sinistra.
Il Movimento Cinque Stelle raggiunge il secondo turno solo a Campobasso.
Ad Avellino invece entrambi i candidati sono sostenuti dal centro sinistra, in una sorta di resa dei conti interna.
Il test risulta dunque interessante sul piano locale perché riguarda oltre tre milioni e seicentomila elettori, ma non sposterà l'ago della bilancia dello scenario nazionale sotto il profilo politico, già influenzato dalle incertezze derivate dal voto europeo e dalla ventilata crisi nella maggioranza giallo-verde che sostiene il Governo.

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi