L'Economia delle Piccole Cose30/05/2020

Università a distanza e immatricolazioni a rischio. E l'economia che ruota attorno?

Un calo degli iscritti all'Università per il prossimo anno accademico è un rischio concreto...

  • 0

Un calo degli iscritti all'Università per il prossimo anno accademico è un rischio concreto. Dopo la crisi del 2008 si registrò una diminuzione del 20%, in sostanza due ragazzi su dieci rinunciarono. E allora i motivi erano solo economici, questa volta si sommano quelli sanitari. Ecco perché il ministro dell'Università e della ricerca Gaetano Manfredi ha lanciato l'allarme. Un rischio concreto, oltre che per il sistema Italia già in coda in Europa per numero di laureati, anche per gli stessi Atenei e l'economia che ci gira attorno. Già solo con 35mila immatricolati in meno, stime realistiche, solo per le perdite in termini di minor getto da rette universitarie gli atenei italiani si troverebbero con un buco di almeno €46mln. Cui si aggiunge tutto l'indotto che ruota attorno. Considerando, tra l'altro, che la gran parte degli studenti fuori sede sbarca di solito in Lombardia, la regione più a rischio. Sicurezza innanzitutto, ma anche qualche conto in tasca da fare.

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi