L'Economia delle Piccole Cose20/11/2021

Sci, una stagione da salvare. Sos tecnologia

L'impennata dei contagi da covid nelle regioni della montagna italiana, dall'Alto Adige al Friuli, dal Veneto alla Valle d'Aosta...

  • 0

L'impennata dei contagi da covid nelle regioni della montagna italiana, dall'Alto Adige al Friuli, dal Veneto alla Valle d'Aosta, rischiano di frenare ancora una volta lo sci e mettere a rischio una speranza che vale 60 mila posti di lavoro, 12 miliardi di fatturato e quasi il 2% del Pil. Per sciare, sport individuale all'aperto, non è richiesto il certificato verde. Ma lo è per salire su cabinovie e funivie, con accessi contingentati. Ma le regole potrebbero cambiare, e in fretta. E allora se la stagione ufficialmente aprirà il 4 dicembre, qualcuno ci prova. Anche per testare la tecnologia che arriva in pista. Dalle app saltacode per evitare assembramenti a quelle che consentono di acquistare biglietti solo a chi ha il green pass fino alle biglietterie solo online l'obbiettivo sempre lo stesso: salvare una stagione difficile ma con tanta voglia di neve. Secondo l'Osservatorio del turismo montano se la stagione partisse si potrebbe portare a casa +6.9% rispetto all'ultimo inverno dello sci. Incrociando le dita Facciamo i conti...

Da non perdere

Noi per voi