Economia in pagine28/05/2016

Sabella: dovremmo recuperare lo spirito dell'etica del lavoro di papa Giovanni Paolo II

    0

Per superare questo momento di crisi dovremmo recuperare un po' dei valori dell'etica del lavoro espressi da Giovanni Paolo II con l'enciclica Laborem exercens del 1981, dove il lavoro veniva definito categoria fondamentale dell'essere umano - commenta Giuseppe Sabella, autore del libro "Il Vangelo del lavoro. Etica e persona nel magistero sociale di san Giovanni Paolo II" (Edizioni Cantagalli, 64 p. € 5,00). Lech Walesa è stato la rappresentazione pratica di quanto teorizzato da Wojtyla: dalla sua Solidarność nasce la rivoluzione pacifica polacca, e da questa a sua volta prendono il via tutti i cambiamenti che porteranno al crollo del muro di Berlino e alla fine dei regimi comunisti. Un grande cambiamento di natura spirituale, del quale Giovani Paolo II è stato protagonista - conclude Sabella.

RECENSIONE

"La globalizzazione" di Manfred B. Steger
(Il Mulino, 144 p., € 13,00)

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi