Economia in pagine25/02/2017

D'Anselmi: la concorrenza spietata è quella che non c'è

    0

La vera concorrenza spietata è quella che non c'è – commenta Paolo D'Anselmi, autore assieme a Massimiliano Di Bitetto e Salvatore Pettineo, del libro "La concorrenza è spietata?" (Guerini, 150 p., € 15,00). Chi offre un'immagine negativa della concorrenza, di solito non è a sua volta soggetto a concorrenza e ha quindi il tempo e la forza sociale per parlare di concorrenza spietata. Quando non c'è concorrenza, come nel settore pubblico o nelle municipalizzate e partecipate, ad esempio, si tende ad evadere dal lavoro Non si tratta pero solo di fannulloni, furbetti del cartellino o assenteisti del settore pubblico. Il lavoro che no ha una corresponsione e non è mai messo di fronte alle conseguenze ultime della propria attività, è da considerarsi intrinsecamente evaso – conclude D'Anselmi.

Da non perdere

Noi per voi