Due di denari18/09/2017

Un assegno per ripartire

  • 0

Apriamo la settimana ospitando nei nostri studi Maurizio Del Conte – Presidente ANPAL, Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro – insieme a Francesca Barbieri del Sole 24 ORE. Con loro ci dedichiamo all'introduzione – in via sperimentale – dell'assegno di ricollocazione, lo strumento che prevede il pagamento di un bonus economico al centro per l'impiego o all'agenzia solo nel momento in cui il disoccupato firma un contratto d'assunzione. Come riporta Il Sole 24 ORE, a sei mesi dall'avvio della sperimentazione solo il 9,1% dei 28.122 disoccupati coinvolti ha scelto di aderire al programma. Con i nostri ospiti cerchiamo di individuare le motivazioni di questa partenza lenta e capiamo quali cambiamenti potrebbero essere apportati alla misura nei prossimi mesi.

L'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom) ha avviato un procedimento sanzionatorio nei confronti degli operatori telefonici che, nei fatti, si stanno dimostrando inadempienti continuando a chiedere il pagamento della "bolletta" ogni 28 giorni (richiedendo di fatto il pagamento di una mensilità in più all'anno) non solo per i servizi di telefonia mobile (settore nel quale la pratica è consentita) ma anche per la linea fissa e le offerte ibride (in questi casi è invece vietato, secondo quanto stabilito da Agcom a marzo). Facciamo il punto della situazione con l'aiuto di Andrea Biondi del Sole 24 ORE.

I primi minuti, come ogni lunedì, sono dedicati al nostro Meteoborsa. Le anticipazioni sulla settimana che si apre per i mercati sono affidate stavolta a Stefano Turlizzi, divisione asset management di Cassa Lombarda.

Immancabile, poi, Il sonetto del lunedì di Mauro Meazza, che riportiamo anche qui a grande richiesta:

"Si dice che il mattino"
Si dice che il mattino ha in bocca l'oro
e questo è vero fino a mezzogiorno
perché qui abbiam parlato di lavoro
che l'è prezioso e poco ce n'è intorno.
A chi lo perde, da Pordenone a Nuoro,
hanno spiegato un mezzo di ritorno:
la ricollocazion, che a detta loro
presto s'estenderà tutta d'attorno
A noi che siamo i due, Due di Denari
tocca lo vigilar sulle promesse
e volentieri questo nostro incarico
prendiam, né di tenacia siamo avari.
Restate allor con noi in copiosa messe
o ascoltatori! Torniam dopo il traffico...

Da non perdere

Noi per voi