Due di denari16/04/2018

Precompilata day

  • 0

La settimana si apre con l'attesa dell'esordio, online, dei modelli predisposti per effettuare la dichiarazione dei redditi precompilata, prevista in giornata. Chi opterà, quindi, per la strada del "fai da te" potrà iniziare a visualizzare i redditi e le spese detraibili (come ad esempio quelle sanitarie) per verificarne l'esattezza e la completezza e poi scegliere di confermare, o in alternativa integrare o modificare, prima di inviare i dati al fisco. Non riusciamo - nel corso della diretta - a dare la notizia dell'effettiva pubblicazione, che avviene dopo qualche ora, ma con l'aiuto di Cristiano Dell'Oste del Sole 24 ORE riepiloghiamo le modalità per accedere al modello e le principali regole da tenere a mente. Non c'è fretta, in ogni caso, perché sia il 730 che il modello Redditi potranno essere modificati e inviati solo a partire dal prossimo 2 maggio. Online sul sito del Sole 24 ORE trovate un ABC per la compilazione e gli aggiornamenti con tutti i link utili.

I mercati, dal canto loro, sembrano piuttosto impassibili di fronte alle tensioni geopolitiche mondiali di questi giorni e - nel nostro piccolo - alla confusione politica del Bel Paese dove ancora non si riesce a formare un governo, ad un mese e mezzo dalle elezioni politiche. Alfonso Maglio - responsabile ufficio studi di Marzotto Sim - ci spiega, tra le altre cose, le dinamiche che portano le borse a non reagire, nell'immediato, a situazioni di questo tipo. Con lui, nella nostra rubrica MeteoBorsa, tutti gli aggiornamenti e il punto sull'avvio della settimana finanziaria.

Con l'avv. Letizia Vescovini torniamo invece a fare un punto sui rimborsi dei "risparmiatori traditi" dalle cosiddette "banche risolte", che negli ultimi anni ci hanno dato non poche preoccupazioni. Ci sono situazioni differenti nel caso delle banche venete (Veneto Banca e Pop Vicenza) e delle quattro banche precedentemente risolte (Marche, CariFerrara, Etruria e CariChieti). Nel primo è ancora in corso una procedura di indennizzo forfettario; nel secondo si attende la decisione dell'Anac, Autorità Nazionale Anticorruzione che sta seguendo i singoli rimborsi ed - eventuali - rimborsi.

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi