Due di denari12/10/2020

Imu e "finte" prime case

  • 0

Un’ordinanza della Corte di cassazione apre la strada al recupero dell’elusione Imu sulle doppie abitazioni principali. In parole povere, si conferma il divieto di "spacchettare" la famiglia indicando per i diversi componenti residenze in case diverse, pratica che permetteva - di fatto - di ottenere l'esenzione dall'imposta (prevista per la "prima casa") anche per le seconde case nelle località turistiche. La Cassazione precisa, inoltre, che in questi casi nessuno dei due immobili può considerarsi abitazione principale. Cosa può comportare, questa decisione, per i cittadini che si trovano in questa situazione? In quali casi rimane possibile indicare residenze diverse per i famigliari? I Comuni chiederanno il pagamento dell’imposta per gli anni scorsi? E applicheranno sanzioni? Cerchiamo di rispondere a tutte queste domande con l'aiuto di Luigi Lovecchio, dottore commercialista e tributarista esperto per Il Sole 24 ORE.

In apertura di puntata, come ogni lunedì, lo sguardo ai mercati finanziari. Il protagonista dell'appuntamento settimanale con MeteoBorsa è Alessandro Aspesi, Country Head Italia di Columbia Threadneedle Investments. 

 

Da non perdere

Noi per voi