Due di denari26/03/2020

Rossetti, risparmi e pandemia

  • 0

Il  Lipstick-Index ha già legato la sua storia a fasi di profonda crisi come il 2001 - l'anno della caduta delle Twin Towers - e il 2008 del crack Lehman Brothers. In entrambi i casi si registrò un'impennata della vendita dei rossetti, confermando quanto già Winston Churchill aveva intuito durante la seconda guerra mondiale, ordinando di non razionarne la diffusione, perché era d'aiuto per chi lo indossava e per chi lo vedeva. C'è già, quindi, chi guarda a questi cosmetici come a un buon asset in queste settimane difficili.Parte da qui il nostro spazio del giovedì dedicato, come di consueto, ai consigli per  Investire informati . quest'oggi con l'aiuto di Ugo Loser, amministratore delegato di Arca Fondi Sgr. La finanza ha già vissuto momenti di crisi importante e a volte anche drammatici, ma in genere il sistema rialza la testa e riparte anche più rapidamente del previsto. Questa è senz'altro la speranza di tutti per ilprossimo futuro, ma in questo momento specifico la preoccupazione di molti risparmiatori potrebbe essere quella di disinvestire per pote contare su una maggiore liquidità. Con Loser ci chiediamo come utilizzare al meglio il nostro risparmio ora, alla luce delle possibili previsioni sull'andamento dei mercati e dell'esperienza dei gestori professionali.Sentiamo anche una testimonianza da chi vive questo momento a stretto contatto con la "pancia" dei risparmiatori italiani. Ci colleghiamo per questo con Paolo Sopranzetti, consulente finanziario.

Da non perdere

Noi per voi