Due di denari16/02/2021

Fusioni bancarie e cambi di filiale

  • 0

È ormai passato un anno dal lancio dell'offerta pubblica di acquisto su Ubi banca da parte di Intesa Sanpaolo. Un’operazione tra istituti di prima grandezza, che ha poi convolto anche BPER Banca. Dalla prossima settimana 620 filiali di Ubi passeranno a BPER, insieme a 5.107 dipendenti e 1,4 milioni di clienti. A seguire, nel fine settimana del 10 e 11 aprile, sarà la volta della migrazione di altri 2,8 milioni di clienti delle 622 filiali ex Ubi che resteranno a Intesa Sanpaolo. Milioni di italiani, quindi, saranno coinvolti in un maxi -trasferimento di clienti da banca a banca, con cambi delle coordinate delle bancarie (Iban) che sono ormai gestiti in automatico dalle stesse banche e non dovrebbero, in teoria, creare alcun disservizio. Nella realtà, però, i problemi tecnici sono sempre dietro l’angolo. Dubbi e preoccupazioni, da parte dei correntisti, non mancano. In questa puntata facciamo chiarezza con l'aiuto di Gianfranco Ursino di Plus 24 Il Sole 24 ORE e di Pierpio Cerfogli, Vice Direttore Generale e Chief Business Officer di BPER Banca.

Nella prima parte della puntata dedichiamo un breve approfondimento al mondo delle partite Iva. Chi nel 2020, probabilmente per effetto dell’emergenza sanitaria, si è trovato per la prima volta con incassi non superiori a 65mila euro, potrebbe adottare il regime forfettario. Torniamo a fare il punto sul funzionamento di questo regime particolare e sui requisiti per accedervi e ne parliamo nel giorno in cui cade la prima scadenza del 2021 per il versamento Iva: quindi l’ultimo giorno utile per esercitare questa opzione. Ci colleghiamo con Ernesto Gatto, commercialista ed esperto per Il Sole 24 ORE. 

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi