Container20/02/2021

La libera circolazione delle merci si ferma al Brennero

  • 0

Nei giorni scorsi il lavoro degli autotrasportatori italiani che devono arrivare in Germania, passando per il Brennero, è diventato ancora più complicato.

Il Tirolo è stato, infatti, classificato quale “zona ad altissimo rischio Covid”; ciò significa che in base alle norme vigenti in Germania è necessario disporre di un test rapido antigenico negativo, prima dell’ingresso in territorio tedesco. Da parte loro, anche le autorità austriache hanno introdotto l’obbligo test Covid negativo al confine con l’Italia.

Per ridurre i disagi causati agli autotrasportatori (nelle prime ore di entrata in vigore della nuova regola si sono formate infatti lunghe code) le autorità italiane hanno allestito postazioni per i tamponi rapidi e adottato sistemi di deviazione dei traffici verso il Tarvisio.

Massimo De Donato ne parla con Thomas Baumgartner, presidente di Anita, riservando particolare attenzione alle conseguenze che simili decisioni hanno non solo sui trasporti ma anche sull’export italiano e sul mercato comune.

Sulla necessità di garantire la libera circolazione alle frontiere si è espressa più volte anche l’Unione europea, chiedendo che non vengano attuate scelte unilaterali che mettano in difficoltà le catene di approvvigionamento comunitarie. Sulla stessa linea la richiesta del neo ministro Giovannini al Commissario Europeo ai Trasporti Adina Valean.

Da non perdere

Noi per voi