Il cacciatore di libri24/04/2021

"Il valore affettivo" di Nicoletta Verna e "Quel maledetto Vronskij" di Claudio Piersanti

Protagonista del romanzo "Il valore affettivo" di Nicoletta Verna...

  • 0

Protagonista del romanzo "Il valore affettivo" di Nicoletta Verna (Einaudi) è una donna, Bianca, la cui vita è segnata da un trauma: la morte della sorella Stella quando erano piccole. Da quel momento la madre ha smesso di vivere nel senso che è entrata in depressione e ha tentato diverse volte il suicidio. Bianca cerca così di diventare impermeabile alle emozioni ed esercita la sua mania di controllo per esempio facendo delle liste mentali dei rifiuti. Tutto questo mentre cova un senso di colpa per la morte della sorella.

Nella seconda parte parliamo di "Quel maledetto Vronskij" di Claudio Piersanti (Rizzoli), un romanzo pieno di tenerezza e armonia. Racconta l'amore fra due cinquantenni, sposati da ventisei anni. Un uomo e una donna normali che diventano eccezionali proprio per la felicità che vivono. Questa "normale" felicità, però, si incrina nel momento in cui Giulia, dopo essere guarita da una malattia, abbandona Giovanni lasciando solo un biglietto. Leggendo "Anna Karenina", Giovanni inizia a immaginare che la moglie abbia un amante, così come Vronskij fu per la protagonista del romanzo di Tolstoj. Vronskij diventa così la metafora di qualunque cosa possa minare la felicità che aveva caratterizzato la vita della coppia.

Da non perdere

Noi per voi